Informazioni

Con il termine Protezione Civile si intendono tutte le attività per tutelare le persone, i beni,gli animali e l’ambiente dai danni e dal pericolo di danni derivanti da calamità naturali, da catastrofi o altri eventi calamitosi causati dall’attività umana. Il Sistema di Protezione Civile prevede un intervento coordinato e congiunto di strutture statali e regionali, amministrazioni locali e società civile, con responsabilità e competenze diverse, ma complementari.

ABC della Gestione delle Emergenze in Regione Lombardia
 

La Protezione Civile è un sistema complesso  e coordinato di risposta all’emergenza, composto da amministrazioni pubbliche, a livello statale e locale, forze dell’ordine, strutture operative (Vigili del Fuoco, operatori del soccorso sanitario) e volontari. Il soccorso durante le emergenze è la parte più nota dell’azione della Protezione Civile, ma esistono attività altrettanto importanti condotte in tempo di “pace”, quali la previsione e la prevenzione, che possono diminuire gli effetti negativi delle emergenze e accelerare la ripresa delle attività nei territori colpiti.

Il quadro aggiornato della gestione delle emergenze di Protezione Civile in Lombardia è contenuto nella Direttiva regionale in materia di gestione delle emergenze regionali, approvata con D.g.r. 6 marzo 2017 n. X/6309. La Direttiva sintetizza le modalità di intervento dei vari attori del sistema regionale di Protezione Civile (Regione, Provincia e Comune) e illustra le modalità di allerta sui fenomeni naturali prevedibili, realizzate da Regione Lombardia.

Quello che emerge è che la prima risposta all’emergenza di Protezione Civile parte dal Comune. Il Sindaco è Autorità di Protezione Civile: oltre a garantire la protezione della popolazione in caso di emergenza, ha il compito di “preparare” il proprio territorio alle criticità. Questo si realizza attraverso l’informazione alla cittadinanza sui vari rischi, su come affrontarli e superarli.

Ogni Comune per legge deve avere un Piano di Emergenza Comunale, strumento fondamentale che indica i rischi rilevanti sul territorio e consente alle autorità di predisporre e coordinare gli interventi di soccorso.  E’ importante che tale documento sia sempre aggiornato.

In ogni Comune è presente uno o più gruppi di volontari di Protezione Civile.

In caso di emergenza si attiva il Centro Operativo Comunale (COC) che coordina gli interventi a livello locale.

Se l’evento è grave ed esteso territorialmente, entrano in azione in maniera coordinata la Prefettura e le Forze dell’Ordine, le Province, la Regione. In caso di calamità particolarmente gravi, come ad esempio il sisma in Centro Italia dell’autunno 2016, intervengono lo Stato e il Dipartimento di Protezione Civile.

Per Regione Lombardia, il cuore del coordinamento e il punto di raccordo delle informazioni tra Comune, Provincia, Prefettura e Dipartimento di Protezione Civile è la Sala Operativa di Regione Lombardia, attiva 24 ore su 24 con un presidio costante di operatori specializzati a disposizione di Enti locali, operatori di Protezione Civile e di cittadini per le segnalazioni delle criticità al numero verde 800.061.160

Nella Sala Operativa è presente anche un nucleo di esperti, il Centro Funzionale Monitoraggio Rischi naturali, che monitora i fenomeni naturali prevedibili (idrogeologico, idraulico, temporali forti, neve, valanghe, vento forte, incendi boschivi) ed emette allerte nel caso di criticità attese sul territorio con un anticipo di 12/36 ore. Le allerte di Protezione civile non sono semplici previsioni meteo, ma contengono le indicazioni operative che i Sindaci devono mettere in atto per la salvaguardia di beni e persone, secondo la gravità dei fenomeni previsti e le procedure previste nel Piano di Emergenza Comunale.

Se si desidera diventare parte attiva del sistema di Protezione Civile nel proprio Comune, si possono trovare maggiori informazioni nella sezione dedicata al Gruppo Comunale.

 

 

Cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la Cookie Policy